Interazione tra cariche elettriche

Ecco il testo dell’esercitazione n. 6

Un commento:

  1. ilarj.tomaiuolo

    Volevo lasciare un commento in merito ad un’applicazione non riportata all’interno del testo dell’esercitazione n°6, ma che ho trovato davvero utile per rendere realmente trasversale il concetto di diretta proporzionalità. L’applicazione in questione c’è stata mostrata dal prof. Serpico durante le lezioni a distanza, ed a furia di usarla si comprende come la proporzionalità sia un qualcosa di molto pratico (come giustamente affermava il professore). L’app di riferimento si chiama “Kit creazione circuiti”: creando un circuito formato da una pila, due cavi, una lampadina ed un interruttore, è facile manipolare le grandezze in questione e metterle in relazione. Ad esempio, osservando e tenendo nota dei valori che si ottengono nel circuito descritto e poi aggiungendo una seconda pila identica alla prima (stessa d.d.p. o tensione), si nota che l’intensità di corrente raddoppia, mentre la resistenza della lampadina resta costante. Se invece di aggiungere una seconda pila, invece, ne lascio una, e intervengo questa volta sulla resistenza della lampadina, dimezzandola, noto che l’intensità di corrente raddoppia: ho raddoppiato l’intensità in due modi diversi, e ogni volta ho manipolato una differente variabile. Questo rende ben chiaro che la d.d.p. e l’intensità di corrente sono direttamente proporzionali ed il loro rapporto è uguale alla resistenza (costante), mentre invece sono inversamente proporzionali l’intensità di corrente e la resistenza (l’una raddoppia se l’altra si dimezza, lasciando invariata la d.d.p.): questo discorso è riassumibile nella formula V/I= R (mostra la diretta proporzionalità del primo esempio) e nella formula inversa V= R*I (mostra l’inversa proporzionalità del secondo caso). Ancora una volta, manipolare le variabili in modo concreto è un’occasione per comprendere realmente (e non limitarsi a memorizzare) una legge matematica che, soprattutto per i bambini ed i ragazzi, potrebbe apparire vuota o addirittura incomprensibile.

Lascia un commento